Guardavo vorticare la neve fuori dalla mia camera d’albergo a Reno in Nevada ed ero sicuro di stare per morire

Ero arrivato in quella camera d’albergo partendo da Las Vegas dove avevo partecipato al Consumer Electronics Show, il piu’ grande evento di elettronica di consumo del mondo.

Avevo presentato l’ultima tecnologia che stavamo sviluppando e poi ero partito, perche’ avevo un appuntamento a San Francisco, con la mia macchina a molleggio.

Avevo guidato per 600 miglia attraverso tutta la Sierra Nevada e avevo capito perche’ si chiamava Nevada: c’e’ una quantita’ di neve senza senso.

Non c’era nessuno e ho visto il cartello, quello con “prossima stazione di servizio 300 miglia”.

Da film, ed era veramente cosi’.

Mi ero fermato a dormire in questa fantastica cittadina mineraria semiabbandonata che si chiama Tonopah, che e’ a meta’ strada fra Las Vegas e reno, e poi il giorno successivo era arrivato a Reno e tutta la citta’ era bloccata dalla neve.

l’Interstate 80, la strada che porta da Reno attraverso il lago Tahoe e poi giu’ fino a Sacramento e poi a San Francisco, era bloccata.

Sono rimasto tre giorni a Reno sotto la neve.

La mia preoccupazione non era che ci fosse neve dappertutto o che la macchina a noleggio che avevo non fosse esattamente un fuoristrada.

La mia preoccupazione era che da quattro giorni non riuscivo a dormire.

Mi sentivo cosi’ male che pensavo: “probabilmente come in un film mi troveranno morto in questa camera d’albergo”.

Pensavo veramente di stare per morire; e’ stato il momento piu’ difficile e piu’ basso della mia esistenza.

Venivo da anni di sviluppo e di proposta al pubblico in innumerevoli eventi in giro per tutto il mondo di tecnologie, prodotti, startup innovative.

Ho vissuto tanto tempo negli Stati uniti, nella Silicon Valley, nel Nevada stesso che e’ uno stato bellissimo, ero stato in un sacco di posti e non mi ero risparmiato.

Ero un uomo d’affari, quindi andavo al massimo; come si dice “bruciavo la candela dai due lati”.

In ogni posto del mondo in cui sono stato, che sia stato Mosca.

Sanpietroburgo.

Manila nelle Filippine.

Le isole Cayman.

Tel aviv.

Un sacco di luoghi diversi nei quali sono stato in vari eventi e in cui ho presentato tecnologie, ho parlato con gente che sviluppava cio’ che c’era di piu’ sofisticato al mondo nel settore non soltanto biomedico, ma anche nel settore informatico, elettronico e cosi’ via.

Certe volte sono partito da posti tipo Sanpietroburgo con meno 20 gradi per atterrare alle isole Cayman con piu’ 34, nell’arco di 10-12 ore di viaggio aereo.

Cambiavo 2-3 citta’ alla settimana ed ero sempre per alberghi ed ero sempre per ristoranti, ovviamente.

Questa frenesia di viaggi, di incontri d’affari e cosi’ via mi sembrava bellissima.

A me piace viaggiare, quindi e’ bello stare in posti sempre diversi; e’ un po faticoso e non mi ero reso conto pero’ che si stava accumulando una serie di situazioni negative: mangiavo il mondo sregolato, mi piaceva assaggiare i cibi locali di qualunque posto andassi.

Esageravo con il vino buono, con i cibi buoni, con viaggi, col dormire in modi sregolati, col saltare da un fuso orario all’alto, quindi con jet lag e altri problemi di questo tipo.

Pensavo di essere immortale, praticamente; a quel punto, quando sono arrivato a Reno quella prima notte nella neve non sono riuscito a dormire tutta la notte, e il giorno dopo nemmeno, e quello dopo nemmeno.

L’ultimo, il quarto giorno, pensavo di morire, perche’ quando cercavo di mettermi giu’ per dormire mi svegliavo dopo pochi minuti con la tachicardia, col cuore che mi sembrava scoppiare e soffocando.

Mi sentivo soffocare e non riuscire a dormire per giorni e’ un problema, dovendo guidare anche su autostrade innevate attraverso spazi sconfinati dove non c’e’ nessuno.

Dove se esci di strada, come nei film ti trovano poi magari al disgelo, o forse ti trovano i coyote e poi piu’ nessun altro.

Mi sono veramente preoccupato e credo che questa cosa sia una storia che ho in comune con tante altre persone, specie coloro che fanno attivita’ imprenditoriali o comunque sono manager e quindi vannno in giro per il mondo, ma questo vale anche magari per chi semplicemente porta avanti la casa.

Mangiare in modo sregolato, dormire poco e male, muoversi tanto, essere in luoghi sempre diversi e avere lo stress al massimo porta a una serie di situazioni: come minimo l’obesita’.

Era obeso, ero veramente molto grasso, anche perche’ mangiando cibo americano, mangiandone tutte le volte che volevo in mondo sregolato, eccetera, si ingrassa veramente tantissimo.

Avevo le apnee notturne, non riuscito piu’ a dormire, non riuscivo anche a camminare senza che mi venisse il fiatone, sentivo proprio che effettivamente le cose andavano male.

Ho pensato: “a 50 anni mi prende l’infarto e sara’ tutto finito”.

La cosa brutta in queste situazioni e’ che non sai cosa fare.

Dovresti forse fare della dieta, hai provato a farne qualcuna che ti ha fatto l’effetto yoyo: perdi un po di chili poi pero’ appena riprendi il trantran della tua vita normale li prendi di nuovo; ti ricordi di quando da giovane facevi anche una vita di questo tipo e non ti succedeva tutto questo, quindi e’ chiaro che cio’ e’ dovuto al degrado dell’invecchiamento, ad aver superato i 50 anni.

Ero abbastanza disperato, quando mi sono messo a leggere una rivista come questa: life Extension; e’ una rivista di una societa’ che si chiama cosi’ del mio amico Jimmy Fallon.

L’avevo presa a Las Vegas ad un evento sull’antiage.

Non ci pensavo proprio all’epoca a questo tipo di tecnologie; mi sono sempre occupato di informatica piu’ che di biologia o di trattamenti medici, anche se mi ha sempre interessato moltissimo: la seconda cosa che avrei voluto fare nella vita sarebbe stata il biologo molecolare.

Leggendo questa rivista c’era un articolo proprio sulle cose che mi stavano succedendo e mi ci ritrovavo in pieno: spiegava del fatto che non soltanto la vita sregolata, ma il fatto dell’invecchiamento fa si’ che questa sregolatezza diventi mortale.

Mi sono reso conto che dovevo fare qualcosa e quindi ho cominciato a seguire tutta una serie di suggerimenti che ho trovato non solo su quella rivista, ma poi mi sono collegato online e ho cominciato ad appassionarmi di questo settore e ho cominciato quindi a prendermi cura del mio corpo in un modo diverso.

Non soltanto quindi mangiando in modo differente, per esempio col digiugno intermittente (che vuol dire mangiare solo una volta al giorno e fare anche qualche giorno di digiuno continuativo ogni tanto), ma assumendo tutta una serie di integratori che in America si trovano molto piu’ facilmente che in italia.

Ovviamente, non il solito multivitaminico, queste cosette tutto sommato utili perche’ devi integrare con le vitamine, perche comunque con l’alimentazione sregolata di quel tipo devi assolutamente (con quella mediterranea di meno perche’ col cibo mediterraneo si assumono molte piu’ vitamine con le verdure e con la frutta, ma sempre in modo insufficiente).

Quello che ho scoperto e’ che dovevo fare qualcosa di diverso, prendere integratori piu’ potenti, diciamo, di altro genere e con altre concentrazioni e fatti in un certo modo.

Da qui e’ cominciato questo percorso che mi ha portato a un successivo miglioramento delle mie condizioni fisiche.

Non e’ che ne parlo tanto per essere autoreferenziale: tutto sommato a te cosa importa di quello che e’ successo a me?

Pero’ ritengo che molti ci si possono ritrovare o ci si ritroveranno in futuro, perche’ fino a 40 anni uno pensa di essere immortale, dai 40 in poi se sei lanciato come lo ero io vai avanti, continui a fare le cose che facevi quando ne avevi 20 o 30: mangi male, aerei, viaggi, stress, sbattimenti…

E questo non e’ conduttivo a una vita lunga e prospera.

Dopodiche’, mangiando meglio, dimagrendo, smettendo di bere troppo e dormendo il giusto riduci il carico sul tuo organismo, ma ti rendi conto che non e’ sufficiente.

Il tuo organismo comunque sta degradando da solo, per i fatti suoi, e quindi anche se devi solo acqua pura di fronte e sei rilassatissimo, fai meditazione Zen tutto il giorno nella tua casetta a una bella temperatura costante e mangi solo un po’ di semini, un po’ di verdurine, comunque invecchi e comunque alla fine ti sentirai che certe cose non funzionano.

Quindi comincerai ad avere vari tipi di problemi con l’eta’.

I problemi di tipo cardiovascolare, lo vedi proprio delle prestazioni fisiche che degradano (i calciatori, qualunque tipo di sportivo, superata una certa eta’ ha delle prestazioni che sono ormai insufficienti per continuare la vita agonistica in molti casi) moltissime persone si lamentano del fatto che hanno problemi sessuali, specie gli uomini, dovute anche quelle a problematiche di tipo prevalentemente cardiocircolatorio, perche’ poi e’ tutta una questione di idraulica.

Ci sono anche una serie di questioni cognitive: c’e’ difficolta’ a focalizzarsi, ci sono persone che cominciano ad assumere cocaina per mantenere i ritmi che avevano prima.

Ebbene, tutta questa serie di problematiche recedono automaticamente con i trattamenti antiage.

Io l’ho provato su me stesso: sono gia’ un po’ di anni che vado avanti con trattamenti specifici.

Certamente sembra una follia, perche’ devi prendere decine di pasticche, di bustine, di polverine, di liquidini vari, tutti i santi giorni.

Nell’approfondire questa cosa pero’ mi sono reso conto di non essere da solo.

Io frequento molto la Silicon Valley, che e’ la zona della California a sud di San Francisco dove tutte le piu’ grandi aziende tecnologiche sono locate (c’e’ Facebook, Google e Youtube) tutte le cose che usate tutti i santi giorni come tecnologia sono state sviluppate prevalentemente li’ e ci sono gli uomini piu’ ricchi del mondo e, molti ritengono, piu’ intelligenti del mondo.

Ebbene, tutti costoro seguono questo tipo di cose; anzi, Calico, la societa’ che e’ stata fondata da poco, e’ stata fondata proprio da gente della Silicon Valley con moltissimo denaro per fare ricerca in questo settore.

Perche’ puoi anche essere l’uomo piu’ ricco del mondo, ma ad un certo punto se il tuo corpo degrada sarai vittima di una serie di cose molto negative.

Poi puoi mangiare verdurine (tranquilli, li’ mangiano meglio che da noi: in Silicon Valley ci sono dei negozi che sono chiamati Raw Food Market dove vendono cibo non processato, quindi verdure, carne grassfed, alimentata soltanto ad erba) ma alla fine comunque ad una certa eta’ ti possono prendere delle malattie: Steve Jobs, uno degli uomini piu’ ricchi del mondo, ce lo siamo perso cosi’.

Ad un certo punto ha avuto una malattia grave, il tumore al Pancreas, non soltanto perche’ magari da giovane ha un po’ assunto droghe di vario tipo, ma perche’ sono probabilita’ sempre crescenti con l’avanzare dell’eta’ quelle di sviluppare quel tipo di patologia o patologie cardiovascolari, che ne uccidono anche di piu’, e comunque c’e’ un degrado nelle prestazioni fisiche dell’organismo.

Io l’ho notato su me stesso e ho notato come i trattamenti antiage invece facciano una cosa miracolosa.

Sembra folle, pero’ e’ cosi’.

Poi ci sono commenti che dicono “ma tu non sembra che hai 20 anni”.

E’ vero che non sembra che abbia 20 anni, ho 56 anni, ma mi sento come mi sentivo quando ne avevo 40 dal punto di vista di tutte le prestazioni fisiche e intellettuali che avevo a quell’epoca.

Sono passato dal sentirmi morire in una stupida stanza di un albergo a Reno in Nevada al fatto di avere una vita, a continuare a girare, muovermi eccetera con un po’ di attenzione in piu’ all alimentazione (ma neanche devo dire tantissimo) soltanto con trattamenti specifici, quelli si’ presi tutti i santi giorni, perche’ la costanza e la concentrazione di certe sostanze che vengono prese e farlo tutti i santi giorni produce risultati spettacolari.

E’ per questo motivo che ho deciso di portare avanti il progetto del Movimento Estensione Vita.

Perche’ voglio condividere con tutti, anche con te che stai ascoltando, questo tipo di possibilita’.

Perche’ ho visto che cambia veramente la vita.

Quindi posso continuare ad andare ad eventi, a girare per il mondo, essere sempre sugli aerei, incontrare una quantita’ di persone, e mi sento energetico e operativo come quando avevo 40 anni.

E’ vero che non ne dimostrero’ 30 o 20 fisicamente, per ora, ma sono confidente sul fatto che dal 2030, come ci dicono tutti quanti i ricercatori sul campo, cominceranno progressivamente a diventare disponibili le terapie geniche che cambieranno proprio l’espressione del DNA nell’organismo e faranno effettivamente un effetto fisico anche esteriore.

Se qualcuno vedo i miei video di qualche anno fa una differenza la nota, anche esteticamente.

E’ effettivamente migliorata la pelle, migliorati i capelli, migliorate un sacco di cose.

Non si puo’ fare un discorso da venditore di olio di serpente, come dicono nel selvaggio west, (prendi questo olio di serpente e ti ricresceranno i capelli, i denti che ti sono caduti e cosi’ via) ma certamente una serie di tecnologie fa si’ che l’aspetto anche esteriore cambi.

Quello piu’ importante pero’ secondo me e’ quello interiore, e’ come ti senti tu, che energia e che voglia hai di fare nella vita, che capacita’ di concentrazione, di creativita’ e anche di prestazioni sportive puoi fare.

Perche’ salire fino in cima a una montagna adesso lo posso fare, quella volta a Reno anche soltanto salire una collinetta nel deserto del Nevada, dove mi piaceva andare a caccia di ghost town, mi faceva venire il fiatone, mi veniva il cuore in gola.

Effettivamente devo dire ci sono state grandi variazioni.

Quindi il mio percorso di vita e’ stato questo, io ti sto portando questo tipo di tecnologie come una missione, lo sto facendo come un servizio per la collettivita’, per l’Italia soprattutto, perche’ in Italia vedo che queste cose sono assolutamente sconosciute, la gente non parla molto inglese, non legge certe riviste, non puo’ partecipare a certi eventi perche’ e’ comunque anche costoso essere sempre sull’aereo di qua e di la’ per partecipare a eventi in posti diversi del pianeta.

Io sono in una posizione unica: mi sono sempre interessato di tecnologie fin da quando ero piccolo.

A 16 anni sono stato il primo italiano a vendere un videogioco per computer sul mercato internazionale: Specventure per lo ZX Spectrum, sviluppato tutto da solo e venduto tramite la Mastertronic di Londra in 70.000 copie in tutto il mondo, un successo strepitoso per l’epoca.

Successivamente ho fondato una quantita’ di aziende tecnologiche; mi interessa tutto quello che e’ tecnologia, che e’ futuro, che e’ ricerca.

Sono un po’ fissato pure con la fantascienza, quindi quando vedo qualcosa di fantascientifico diventare realta’ come i razzi di SpaceX di Elon mask che atterrano in verticale esattamente come nei film di fantascienza degli anni 50, per me e’ una gioia.

E’ una di quelle cose che voglio vedere nel futuro; vorrei vedere l’uomo scendere su Marte, voglio vedere l’uomo tornare sulla Luna e metterci una base permanente come l’ho vista in spazio 1999.

Per poter vedere tutto questo e quindi essere parte di questo meraviglioso progresso tecnologico e sociale di tutta l’umanita’ bisogna essere vivi, e non basta solo essere vivi in un ospizio tremanti con difficolta’ anche soltanto per le funzionalita’ di base, e’ importante essere anche energici, dinamici, digerire, poter mangiare piu’ o meno quello che si vuole, senza esagerare, ma senza neanche doversi nutrire soltanto di acqua di fonte e di semolino.

Quindi questa cosa negli anni a me ha sempre interessato, ha sempre affascinato.

Diciamo che in questi ultimi anni ho messo un po’ da parte gli sviluppi di nuove aziende tecnologiche e sto cercando di portare avanti questo tipo di cose.

Egoisticamente per me stesso prima di tutto, e poi, avendo visto i risultati, per tutti voi che state ascoltando; perche’ e’ qualcosa di effettivamente efficace e lo sara’ esponenzialmente di piu’ perche’, visto che sono un informatico, ho sempre avuto davanti negli anni della mia esperienza nel campo tecnologico la curva di Moore.

E’ una curva famosa per cui ogni 18 mesi doveva raddoppiare la potenza dei sistemi elettronici e informatici e questa legge e’ sempre stata vera, anzi ultimamente tende un po’ ad accelerare.

Lo stesso vale, con tempi differenti e con temi differenti. per il settore della medicina e della biologia in generale.

La rivoluzione tecnologica sui trattamenti antiage fara’ qualcosa che viene visto come una discontinuita’, come una singolarita’.

Ray Kurzweil ha fatto un libro molto bello che e’ “La singolarita’ e’ vicina” (The singularity is near) dove lui ritiene che ci sara’ un momento il cui la convergenza di tecnologie avanzate, soprattutto di intelligenza artificiale e grande potenza di calcolo, applicate alla massa di dati immensa che abbiamo e che si va sempre piu’ accumulando nel campo biologico e biomedico, fara’ si’ di cambiare drasticamente le cose con un cambio di paradigma superiore a quello che c’e’ stato con l’introduzione del motore a vapore, addirittura.

Questa singolarita’ e’ molto vicina, probabilmente sara’ attorno al 2030, ed e’ per questo che Ray Kurzweil, direttore ricerca in tutta Google, si prende 100 pastiglie al giorno, 100 pillole tutti i giorni.

L’ultima volta che gli ho parlato ne prendeva 84, ora e’ arrivato a 100 perche’ lui ha gia’ un’eta’ piu’ avanzata della mia e vuole essere assolutamente certo di arrivarci perche’ ci aspetta una cosa meravigliosa.

Ecco, uno slogan che sto portando avanti sempre di piu’ e’ “il futuro sara’ bellissimo”.

Ed e’ importante che ci siamo tutti, quindi se c’e’ qualcosa che funziona ed e’ efficace bisogna studiarlo, bisogna padroneggiarlo, bisogna sapere che cosa fare per se stessi, perche’ bisogna pensare a noi e perche’ questo tipo di trattamenti attualmente non e’ ancora mainstream, non e’ supportato dalla medicina occidentale, specie quella italiana; non perche’ siano cattivi i medici, ma perche’ c’e’ l’idea attualmente che la vecchiaia sia inevitabile, sia la normale conseguenza del vivere.

Ecco, ribaltare un punto di vista come questo che e’ molto chiuso all’interno di quello che e’ la mentalita’ umana da sempre, praticamente, e’ una missione secondo me ancora piu’ importante di quella di sviluppare la prossima rete di satelliti o il prossimo servizio internet o l’app piu’ grande del secolo.

Secondo me e’ piu’ importante di sviluppare facebook o youtube o altre cose di questo genere e quindi sono molto contento di stare lavorandoci dentro e di stare portandola a tutti voi in italia.

Io continuo a frequentare gli Stati Uniti, continuo a muovermi attraverso i deserti sterminati del sud ovest americano, a me piace moltissimo guidare automobili su queste strade infinite.

Adesso lo faccio con uno spirito diverso, so che porto con me le speranze e il futuro di tutti noi italiani ed e’ come se viaggiassimo verso un futuro bellissimo oltre un orizzonte infinito dove ci sono meraviglie che aspettano tutti noi alle quali noi possiamo contribuire come specie, come gruppo e come grande famiglia che si sta creando del Movimento Estensione Vita.

Se questi video ti sono graditi puoi mostrare il tuo supporto registrandoti gratuitamente al Movimento Estensione Vita e facendo registrare coloro che ritieni possano essere interessati alle tematiche che trattiamo.

E’ molto facile: basta scrivere MEV.CX su qualsiasi browser e verrai trasportato alla pagina di registrazione.

Siccome le e-mail possono spesso finire nello spam, sarebbe molto importante che tu ci indicassi anche il tuo numero di telefono.

Noi non chiamiamo mai nessuno, utilizziamo il numero solo per inviare brevi messaggi con Whatsapp, Telegram o SMS al fine di segnalare l’uscita di nuovi video o eventi particolarmente importanti per il nostro pubblico.

Ricorda che il Movimento Estensione Vita non vende nulla e non condivide i dati dei suoi utenti con nessuno, quindi non ti arrivera’ mai pubblicita’.

Ti racconteremo solo quello che c’e’ di prodotti disponibili e poi sarai tu a decidere se e cosa assumere, parlandone sempre col tuoo medico di fiducia perche’ la medicina ufficiale e’ importante e vanno seguite le indicazioni dei medici ufficiali.

Non diciamo che questa cosa si va a sostituire ad una vita sana, a una dieta sana e al fatto di andare a farsi controllare tutte le volte che serve e assumere tutti i medicinali che ci vengono prescritti.

Questo e’ un potenziamento che ci fa rimanere operativi, lucidi e in grado di goderci la vita.

Tutte le nostre attivita’ sono no-profit e hanno il solo scopo di informare il pubblico italiano sulle nuove possibilita’ e ricerche nel campo dell’antiage, dell’antiinvecchiamento.

E’ un settore che evolve molto rapidamente, quindi assicurati di mettere un like nei canali social che preferisci, o direttamente su youtube, in modo da non perdere nessun aggiornamento sulle tecnologie importanti per la tua vita estesa.

Dimostraci di gradire il nostro lavoro iscrivendoti, facendo iscrivere e condividendo i nostri contenuti sui tuoi canali social e con coloro ai quali tieni di piu’.

Mi fa personalmente molto piacere leggere i commenti, partecipa anche tu: condividi sui nostri canali ogni domanda o suggerimento, noi ti risponderemo il piu’ velocemente possibile.

Ci piace parlare con te, scrivi anche solo qualche parola di supporto, grazie.

Noi ti consideriamo parte di una grande famiglia e vorremmo che tu ci aiutarssi facendo la cosa migliore non solo per te, ma anche per quelli a cui vuoi bene.

Noi ci teniamo davvero a te.

Per il momento e’ tutto, lunga vita e prosperita’

Fulvio Dominici Carnino, presidente del Movimento Estensione Vita

Iscrivendosi alla pagina (mettendo un ‘mi piace’) si resterà aggiornati su tutte le tecnologie di estensione vitale e inversione dell’invecchiamento in sviluppo o già disponibili nel mondo, tramite articoli e video tradotti in italiano.

Registrati sul sito per ricevere automaticamente tutti gli aggiornamenti del Movimento rilevanti per la tua vita estesa e la tua salute potenziata:

Rimani sempre aggiornato anche con il nostro canale telegram, basta un click qui:

https://t.me/vitaestensione

Segui gratuitamente tutti gli episodi anche solo ascoltandoli sul podcast del Movimento Estensione Vita

su Apple:

https://podcasts.apple.com/us/podcast/movimento-estensione-vita/id1567804669

su Spotify:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

one × 1 =