Depurare la mente dai pensieri negativi e’ il primo trattamento antiage; anche tu puoi migliorare la tua longevita’ semplicemente cambiando e migliorando il tuo punto di vista sul mondo

Man mano che pubblichiamo video e contenuti sui trattamenti contro l’invecchiamento notiamo sempre piu’ spesso persone che si lamentano della vita in generale, che dicono “ma che senso ha vivere fino a 150 anni, preferisco morire prima, e’ una vita terribile” oppure persone che sostengono che nel mondo ci siano chissa’ quale tipo di complotti in corso, ci siano grandi multimiliardari che investono in tecnologie biologiche che sono tese al controllo dell’umanita’ o addirittura alla soppressione di una parte dell’umanita’.

Altri ancora ritengono che certi investimenti da parte di grandi corporation e grandi miliardari siano tesi soltanto a dare questi vantaggi, dell’immortalita’ addirittura, a pochissimi selezionati mentre il resto dell’umanita’ verrebbe lasciato morire o addirittura verrebbe portato piu’ velocemente verso la morte.

Noi non sappiamo se questi complotti siano veri; e’ vero che la vita di molte persone e’ triste, e’ vero che il mondo e’ difficile, appare brutto e cattivo, e’ vero che sembrerebbe ci sia lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo, da sempre nella storia.

Io lo capisco, capisco che le persone siano sfiduciate, che ritengano che ci sia chissa’ che cosa che lotta contro di loro.

Tutto il mondo sembra essere contro di te; anche a me, come a tutti, e’ successo qualche volta nella mia esistenza di essere scoraggiato, di avere un momento appunto di scoramento in cui veramente sembrava che tutto fosse cosi’, che il mondo fosse contro di me e che ci fossero chissa’ quali immani poteri che cercavano di schiacciarmi.

Quello che ho realizzato, seguendo anche discipline Zen e viaggiando in oriente, e’ che buona parte di quello che ti succede in realta’ e’ il frutto della tua mente.

La percezione che hai del mondo e’ il frutto della tua mente: in realta’ non esiste veramente fuori di te, per esempio, la paura o la sofferenza; esistono soltanto all’interno di un meccanismo di percezione che hai dentro la tua testa.

Quindi ciascuno di noi in teoria potrebbe essere felice semplicemente decidendo di esserlo, da domani o da subito.

Chiaramente queste sono teorie, molti potrebbero dire “si’, vabbe’, pero’ intanto se non pago la bolletta della corrente mi tolgono la luce e se non ho i soldi non posso dare da mangiare ai miei figli, non posso semplicemente decidere che va tutto bene”.

E’ vero pero’ che molto spesso quello che si percepisce e’ visto come piu’ nero, piu’ brutto e piu’ negativo rispetto a quello che e’ effettivamente.

Quantomeno il mondo esterno e’ indifferente, la natura e’ indifferente.

La natura in fondo e’ matrigna, non e’ che ti vuole bene, non e’ che ti vuole male, c’e’ una competizione in corso; animali mangiano altri animali, ci sono batteri, virus e ogni tipo di agenti biologici che cercano di invaderti e tutto sommato il loro unico scopo e’ di sopravvive, non e’ quello di ucciderti; vogliono semplicemente sopravvivere, come tutti, come te, come me, come chiunque.

Questi pensieri negativi ultimamente stanno diventando sempre piu’ forti, un po’ perche’ i meccanismi di informazione hanno questo tipo di bias, questo tipo di sbilanciamento verso quello che e’ negativo e che e’ brutto e quindi fa notizia.

Le cose belle che funzionano non fanno notizia: mia madre e’ morta di una malattia molto brutta molti anni fa e si lamentava con me del fatto che quando incontrava delle persone, anche delle amiche, le dicevano “sai quell’altra, la fioraia, e’ morta, aveva la stessa malattia che avevi tu” e si rammaricava di questo.

“Perche’ mi dicono questa cosa che mi opprime lo spirito e mi rende piu’ depressa?”.

Io le facevo notare: “perche’ quelle sono notizia, oltre il fatto che sono persone semplici”.

Quindi buona parte dell’umanita’ fa del male ad altre persone, a cui magari vuole anche bene, senza neanche rendersene conto, perche’ non hanno empatia; forse non hanno vissuto ancora abbastanza vite in un ciclo eterno di reincarnazione, Chi lo sa; questa e’ l’interpretazione data dal buddismo e dallo zen.

Il fatto e’ che le cose negative o brutte fanno notizia e si parla solo di quelle; il fatto che una persona sia stata operata di qualche brutta malattia e dopo 5/8/10 anni sia ancora viva non e’ una notizia, perche’ non e’ una cosa che succede in un giorno specifico; non e’ che “il 22 di maggio questa persona e’ ancora viva” allora ne parliamo.

Fa piu’ rumore un albero che cade di una foresta che cresce, si dice sempre; ed e’ vero, quindi tutto sommato e’ normale che le notizie che vediamo sui mass media, le notizie che ci condividono anche i nostri amici e conoscenti con i social network o anche solo parlandoci, siano sempre riguardanti fatti di sangue, fatti negativi, fatti bizzarri e molto spesso atti criminali, perche’ fanno appunto notizia; sono un momento, un punto singolare della vita in cui e’ successa quella cosa.

Non fa notizia il fatto che uno esca tutti i giorni, vada a lavorare e faccia il suo dovere cercando di aiutare gli altri; e’ una cosa che capita tutti i giorni, non c’e’ un punto specifico a cui attaccarsi per dire: “tre giorni fa alle 22 e 46 di sera e’ successo questo.

No, il fatto che una persona sia uscita di casa, abbia lavorato e aiutato qualcuno non e’ una grande notizia, quindi dobbiamo capire che veniamo bombardati costantemente da notizie che ci sembrano molto negative, ci fanno sembrare il mondo come un posto orribile, come un posto tremendo.

In realta’ forse in passato, quando c’era meno comunicazione istantanea e si vedevano le persone del proprio villaggio: a parte il “sai chi e’ morto” (ma non capitava tutti i giorni), se non stavano arrivando delle armate di lanzichenecchi a mettere a ferro e fuoco la nostra cittadina, il nostro paesino, probabilmente non c’era niente di brutto di cui parlare.

Si poteva parlare del tempo, dell’andamento delle messi, del fatto che la vacca aveva fatto un vitello ed eri contento per questo.

Quindi in passato si era obiettivamente piu’ felici, salvo quando capitavano disastri terribili, delle piaghe bibliche dove morivano magari a milioni, dove arrivavano e invadevano la tua cittadina, stupravano tutti e uccidevano gli altri.

Ci sono stati momenti anche molto negativi, pero’ per molto molto tempo capitava anche proprio niente e la vita poteva sembrare piu’ bucolica, piu’ tranquilla.

Oggigiorno il continuo bombardamento informativo a cui siamo sottoposti ci fa sembrare che tutte le cose siano terribile e brutte.

C’e’ poi la tendenza generale, e’ noto, al fatto di comunque pensare che gli altri siano peggio di quello che effettivamente sono; innanzitutto bisogna perdonare agli altri e a se stessi il fatto di essere umani e quindi fallaci e fallibili.

Non si puo’ pretendere che una persona, solo perche’ e’ ricca e famosa, debba essere infallibile; tu stesso, io stesso, facciamo tutti continuamente errori; dovremmo cominciare innanzitutto a perdonare noi stessi e poi perdonare anche gli altri.

Questa e’ una cosa che si impara molto presto in molte discipline che ti rendono piu’ tranquillo e piu’ Zen e tollerante verso la vita e verso gli altri.

Noto pero’ che quando cerchiamo di portare avanti il discorso che la vita in futuro sara’ piu’ lunga, sara’ piu’ soddisfacente e fino all’ultimo senza acciacchi, ci sono tendenze a non crederci perche’ tutti, specie in italia, hanno il pensiero “ma mi vogliono fregare, ca nisciuno e’ fesso, la vuoi raccontare proprio a me, ci sara’ chissa’ che cosa dietro, c’e’ qualche fregatura”.

Perche’ molto spesso abbiamo avuto notizia di questo tipo di situazioni e poi, in paesi nei quali ci sia un po’ l’arte di arrangiarsi, c’e’ questo concetto che ciascuno e’ li’ magari non proprio per fare l’interesse tuo e non per essere perfettamente onesto.

Questa e’ una grande differenza che ho visto fra i paesi latini e i paesi anglosassoni, per esempio gli Stati Uniti.

Negli Stati Uniti le persone sono molto piu’ aperte verso il prossimo, molto piu disposte a dare fiducia e a credere a quello che viene loro raccontato.

Possono essere piu’ infantili, pero’ a un certo punto anche li’ scattano dei meccanismi: quando qualcuno non mantiene certe promesse o si comporta in modo irregolare, viene escluso dalla collettivita’ istantaneamente, senza appello.

E’ molto piu’ veloce la punizione ed e’ altrettanto istantaneo pero’ quando arriva una persona nuova dare fiducia; di base non pensare che e’ li’ per fregarti.

Invece nel mondo tipicamente bizantino del Mediterraneo, di questi paesi latini, il primo pensiero e’ “questo cosa vuole, questo mi vuole fregare” e questo e’ un grosso limite; e’ la differenza fra l’economia nordamericana e quella per esempio del sud europa, che e’ indubitabilmente meno efficiente, meno rapida, meno veloce e meno florida.

Perche’ se non ci si crede al prossimo a un certo punto non stringi piu’ la mano neanche a nessuno, non puoi neanche comprare delle cose se pensi che ogni momento c’e’ la fregatura dietro, quella cosa te la vendono, si’, pero’ e’ di pessima qualita’ o addirittura e’ creata per ucciderti, per farti del male.

Non e’ detto che si debba andare in giro come dei bambini e farsi fregare da chiunque, anche dalle cose piu’ stupide e piu’ semplici, tipo quelli che ti vengono le lacrime della madonna originali in fialetta (cosa che ho visto in una pubblicita’ in televisione negli Stati Uniti), pero’ non e’ neanche efficace e intelligente pensare che tutti ti vogliono male, tutti ti vogliono fregare, e’ un mondo triste, c’e lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo, sono tutti capitalisti e cosi’ via.

Perche’ questo porto al fatto di una paralisi della societa’ e anche della singola persona: se tu la vivi cosi’, la vita non ti portera’ niente, sara’ difficile che combini qualcosa.

Coloro che hanno creato grandi cose le hanno creato assieme ad altri, perche’ nessun uomo puo’ farcela da solo, hai bisogno degli altri intorno a te; c’e’ la famiglia, questa e’ una grande istituzione nei paesi latini, un po’ meno in quelli anglosassoni, pero’ tolto il nucleo famigliare fuori e’ terra incognita, tutto nemico, “res nullius”, roba di nessuno, quindi possiamo anche buttare le cicche per terra e sporcare.

Io ritengo sia meglio invece cercare di vivere in una collettivita’ in cui si cerca di aiutare gli altri anche se non sono famigliari diretti e in cui si da’ un minimo di fiducia su quello che ti viene raccontato: puo’ darsi che non tutto sia una fregatura, puo’ darsi che non tutti siano li solo per sfruttarti, prendere il tuo denaro, il tuo lavoro o altre cose da te.

Puo’ anche darsi ci siano persone che vogliono solo raccontare il bello e il nuovo che c’e’ nell’esistenza e vogliono dare delle possibilita’ anche a te.

Questo per esempio vedo che capita continuamente con i grandi imprenditori, i grandi ricconi della Silicon Valley proprietari di grandissime aziende; io ne ho conosciuti anche diversi, non sono cosi’ brutti e cattivi come vedo che vengono normalmente dipinti.

Vedo spesso commenti anche sui nostri video e in generale sul tono “ma quello li’ ha fatto i soldi in questo modo, eh ma sicuramente c’e’ qualcosa dietro, eh ma adesso questa cosa qui la fa per fregarci tutti, per ucciderci, per infilarci il chip sottopelle” e cosi’ via.

Puo’ darsi che esistano anche dei complotti di questo tipo, puo’ darsi che esistano queste trame, non voglio dire che chi pensa a queste cose sia uno stupido complottista, ne’ voglio dire che tutti gli altri siano delle pecore belanti che stanno li’ e non si rendono conto di in che mondo vivono.

C’e’ di tutto a questo mondo, ci sono sicuramentre dei gruppi di potere che cercano di portare avanti una loro agenda, come si dice nel mondo inglese, cioe’ un loro obiettivo: i gruppi di lobby, di pressione politica, per esempio, negli Stati Uniti sono autorizzati e sono ufficiali, in Italia sono molto piu’ sotterranei, ma ci sono persone genuinamente ricche, genuinamente serie, che veramente vogliono il bene dell’umanita’; magari non sempre, magari le loro aziende talvolta si comportano in maniera non etica, puo’ darsi, puo’ essere un discorso di percezione, puo’ anche essere vero: quando si parla di soldi spesso nel mondo degli affari molti pensano che tutto sia permesso.

Tuttavia io ho conosciuto molte persone multimiliardarie in dollari che veramente hanno questo pensiero di dare qualcosa indietro al mondo e alla collettivita’, veramente pensano di voler fare del bene, magari sbagliando, magari fanno delle cose che invece non sono poi alla fine conduttive ad una vita migliore per tutti, pero’ il pensiero molto spesso e’ giusto e pulito, non sono cattivi, non hanno questa volonta’ di distruggere il mondo e rimanere loro come imperatori; di cosa poi?

Di un mondo spopolato con tutta la gente che vive male?

Se sei pieno di soldi, ricchissimo, non e’ che hai tanto piacere di muoverti in mezzo a disgraziati che non hanno niente, neanche da mangiare.

Ti piacera’ avere un’auto sportiva da un milione di dollari che non tutti si possono permettere, ma non vuoi che gli altri vadano a piedi, non e’ che ti da’ questa grandissima soddisfazione; anche se sei una carogna, e vi assicuro che ce ne sono poche, se gli altri si muovono con una macchinina tranquilla che li porta in giro a te non da’ cosi’ fastidio, tanto tu hai una macchina supercar, superlusso e va bene cosi’.

Non e’ che vogliono veramente che tu non sia neanche piu’ in grado di muoverti, di camminare o di mangiare; sono poche le persone psicopatiche che hanno questo pensiero.

Di solito chi e’ psicopatico non ha un grande successo nella vita perche’ nor riesce a circondarsi di persone che lo aiutano, di persone in gamba e capaci: lo psicopatico di solito fa una brutta fine, magari diventa capo di un gruppo della droga, pero’ prima o poi finisce che gli sparano, come si e’ visto in molti film e anche nella vita reale.

Quelli che sono a capo di grandi strutture che producono cose nuove per l’umanita’, cose utili che magari tutti usiamo tutti i giorni, sono persone che hanno l’idea del team, del gruppo che vince insieme, di fare il leader, si, ma di un gruppo di persone che lavora per ottenere un risultato.

Questo risultato se e’ un bene per tutti portera’ utile alle aziende, perche’ le persone comprano quello che piace, quello che e’ bello e quello che positivo (o che e’ percepito come tale).

Quindi in generale ritengo che ci sia troppa visione negativa, troppa visione scura del mondo, delle persone e dei ricchi che stanno partecipando allo sviluppo dei trattamenti antiinvecchiamento; ci sono persone che stanno investendo milioni e miliardi di dollari in tecnologie per salvarci tutti da questa malattia tremenda che e’ la vecchiaia, che finalmente si comincia a pensare di poter curare.

Diamo loro un minimo di presunzione di innocenza, prima di condannarli a priori solo perche’ sono ricchi e potenti; cerchiamo anche nel nostro piccolo di non vedere il mondo come tutto brutto e negativo: io capisco che in molti abbiano delle vite terribili, difficili, di sofferenza, di lavoro senza un momento di pace o di tranquillita’, con mille problemi; me ne rendo conto, ma il pensare che poi tutta la vita sara’ sempre cosi’ e avere come obiettivo quanto prima la morte per poter essere liberati da questa cosa e’ terribile, non ti fa vivere bene nemmeno i giorni che ti restano.

Avere un minimo di fiducia nel futuro, pensare che le cose potrebbero migliorare, e’ un atteggiamento mentale importante che sviluppa anche endorfine e altre sostanze che il cervello produce autonomamente e che sono delle droghe, se vogliamo, che fanno si di sentirsi meglio anche a livello umorale.

E’ molto importante l’umore, il sentire e il percepire psicologico, perche’ questa e’ un’altra grande e potente sostanza, un integratore che puoi avere senza spendere una cifra, anzi, senza spendere niente.

Le endorfine vengono scatenate dai pensieri positivi; talvolta, si e’ visto, si scatenano anche soltanto immaginando situazioni positive, anche se all’esterno non le puoi avere; immaginandoti in certe situazioni gia’ stai meglio; poi, se e’ vera la legge dell’attrazione magari attiri verso di te questa cosa che stai immaginando; io non sto dicendo che sia cosi’, pero’ e’ dimostrato scientificamente che endorfina, serotonina e sostanze molto utili nel cervello vengono prodotte quando si sta bene o anche solo si immagina di stare bene.

Creare un proprio lago interiore di acque calme e di sole, anche se fuori e’ brutto, triste, buio e sta piovendo, e’ un tipo di esercizio che tutti quanti faremmo bene a fare molto di frequente.

Anche un minimo di fiducia al prossimo sarebbe bene darla; non dico di farti fregare, di comprare le lacrime della madonna, di comprare il talismano magico, il tronchetto della felicita’ o mille altre cose che si e’ visto in passato molte persone hanno comprato un po’ stupidamente.

Pero’ non essere anche completamento dall’altra parte, contro qualsiasi cosa, scettico su tutto e pensare che tutti siano li’ solo per fregarti: questo uccide la vita di ciascuno che la pensa in questo modo.

Noi parliamo molto di integratori, parliamo di trattamenti antiinvecchiamento, ma il principale trattamento, il principale integratore lo puoi fare nella tua testa e lo puoi fare togliendo questi pensieri negativi.

Lo so che e’ difficile dare un minimo di fiducia a qualcuno, molti non hanno fiducia in me, molti di piu’ ce l’hanno e mi fa molto piacere, ne sento una forte responsabilita’.

Ci sono persone che dicono “ci racconti dalle storie, ma chi ci crede”: se non ci credi continuerai con una vita triste e buia, tanto vale provare a vedere se magari qualcosa di positivo puo’ venire fuori, non e’ detto che sia sempre solo tutto brutto, triste e negativo e tutti ti vogliano fregare.

Ognitanto ci puo’ essere qualcuno che veramente ti vuole dare una mano, che veramente vuole dare indietro qualcosa al mondo per cercare di migliorare l’ambiente nel quale vive, per dare una mano alle altre persone.

Io penso che sia bello e nobile e ce ne sono tanti che lo fanno; non e’ giusto che queste persone vengano trattate da malfattori preventivamente.

Bisogna aspettare che magari facciano qualcosa di negativo prima di giudicarle in questo modo!

Lo so che magari e’ deprimente ed e’ quello che hai visto in tutta la tua vita, mi rendo conto e anch’io ho avuto dei momenti di scoramento, e’ umano; pero’ c’e’ la speranza che questa volta sia diverso, che questa cosa possa essere effettivamente vera, utile, migliore e possa cambiare in meglio la vita di tutti.

Io ci credo molto ho parlato con tante persone che lavorano in questo campo e anche in campi diversi, migliorano la vita delle persone anche soltanto costruendo razzi per andare su Marte o facendo automobili elettriche, facendo l’app rivoluzionaria.

Ci sono questo tipo di realta’ ovunque, ragazzi che fanno startup fantastiche e vivono nella provincia italiana, sono bravissimi, hanno grandi competenze e vogliono veramente cambiare il mondo in meglio; ci riusciranno, non ci riusciranno, chi lo sa?

Magari saranno il prossimo Elon Musk, magari faranno la prossima youtube, non lo so, pero’ un minimo di fiducia diamola a tutti, non sono tutti cattivi.

Se poi ci sono persone che si dimostrano cattive, traditrici e cercano di fregare il prossimo, a livello cristiano sarebbe il caso di perdonarle e cercare di capire perche’ sono giunte ad avere quel tipo di atteggiamento molto brutto verso la vita.

In generale pero’ bisogna chiaramente cercare di non farsi fregare piu’ di tanto, un minimo di attenzione va bene, un minimo di scetticismo e’ sano, ma non al livello al quale lo vedo tanto in giro.

Quello di cui abbiamo parlato oggi e’ un grande integratore che hai nella tua testa, che e’ nella tua anima, nel tuo spirito, e che puoi scatenare semplicemente decidendo di guardare al mondo, non dico con le lenti rosa, ma in un modo piu’ spassionato, meno coinvolgente, e riconoscendo che c’e’ il bello, il brutto, il giusto e lo sbagliato ovunque, cercando di andare nella direzione del bello, della luce e di quello che e’ positivo, circondandosi di persone che non si lamentano tutto il tempo, ma cercano di fare qualcosa, abbeverandoti a sorgenti di informazione e di concetti che comunque siano positivi e migliorativi della vita.

Tanto l’alternativa qual e’?

E’ di pensare male di tutto, lamentarsi costantemente, morire prima del tempo, sviluppare delle malattie perfino, e quindi soffrire ancora di piu’.

Ritengo che sia piu’ intelligente cercare invece di migliorare la propria vita anche soltanto cambiando l’atteggiamento che si ha e cercando di abbeverarsi a contenuti e frequentando persone che comunque possono essere miglioranti, possono essere positive e stimolanti.

Questa mi sembra la cosa migliore.

Capisco lo scoramento di molti, pero’ non accetto che ci si lasci andare, ci si abbandoni, si dica “tanto non ce la faremo mai, e’ tutto finito”.

Addirittura molti dicono “non voglio vivere piu’ a lungo perche’ voglio farla finita quanto prima con questa vita”.

Ci sono anche delle sostanze che si possono prendere contro la depressione, pero’ le piu’ potenti sono quelle dello spirito, della tua anima, che hai dentro di te e che ti permettono di vedere meglio il mondo semplicemente decidendo di cercare di vedere qualcosa di piu’ bello, di piu’ positivo, di piu’ interessante, di nuovo e di stimolante nel futuro.

L’importante e’ di pensare in qualche modo che il futuro sara’ luminoso e la vita e’ meravigliosa e sara’ ancora piu’ bella e sara’ lunga e sara’ prospera e sara’ senza acciacchi fino agli ultimi anni.

Ci credi o non ci credi, se ci credi hai una speranza e vivi meglio (e ti assicuro che scientificamente queste cose sono dimostrate), se non ci credi avrai una vita piu’ triste e buia e anche piu’ breve, inevitabilmente; quindi tutto sommato perche’ non provare a crederci, perche’ non provare a guardare al futuro con un pochino piu’ di speranza e immedesimarsi dentro frasi tipo “il futuro sara’ meraviglioso, la vita sara’ piu’ lunga, piu’ bella, piu’ ricca e piu’ prospera.

Ricorda che la medicina ufficiale e’ importante e vanno seguite le indicazioni dei medici abilitati.

Non diciamo che queste cose si vanno a sostituire ad una vita sana, a una dieta equilibrata e al fatto di andare a farsi controllare tutte le volte che serve e assumere tutti i medicinali che ci vengono prescritti.

Questi sono potenziamenti che ci fanno rimanere operativi, lucidi e in grado di goderci la vita.

Iscrivendosi alla pagina (e mettendo un ‘mi piace’) si resterà aggiornati su tutte le tecnologie di estensione vitale e inversione dell’invecchiamento in sviluppo o già disponibili nel mondo, tramite articoli e video tradotti in italiano.

Registrati sul sito per ricevere automaticamente tutti gli aggiornamenti del Movimento rilevanti per la tua vita estesa e la tua salute potenziata:

Rimani sempre aggiornato anche con il nostro canale telegram, basta un click qui:

https://t.me/vitaestensione

Segui gratuitamente tutti gli episodi anche solo ascoltandoli sul podcast del Movimento Estensione Vita

su Apple:

https://podcasts.apple.com/us/podcast/movimento-estensione-vita/id1567804669

su Spotify:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

11 − six =