L’elenco personalizzato di integratori per ciascuno, una soluzione per centinaia di migliaia di persone alla quale ho pensato una sera a Mountain View, in Silicon Valley

Continuando la Storia Del presidente, ora passeremo al capitolo piu’ uno.

Abbiamo raccontato di come mi e’ venuta l’idea di occuparmi di queste cose, di come io stesso abbia dovuto assumerle per evitare di morire dopo quattro giorni e quattro notti senza dormire, e adesso andiamo nella direzione piu’ importante: come questa cosa ha portato a un progetto di cui il Movimento Estensione Vita e’ l’espressione piu’ immediata che avete visto fino ad oggi.

Dopo essermi occupato di queste cose, essere andato ad una serie di convegni e avere approfondito informazioni, mi sono scontrato con lo stesso problema che molti di voi mi segnalano: “ma una volta che abbiamo saputo che ci sono decine e decine di sostanze, tutte interessantissime, tutte che sembrano fantastiche e meravigliose, alla fine quali dobbiamo veramente prendere?”.

Io personalmente, Paolo, Francesca, Giovanni o Anna, cosa devo prendere per me, io che ho 20 anni, io che ne ho 40, io 70, io che ho avuto un problema, io che ho il diabete, io la pressione alta e cosi’ via…

Non e’ che posso prendere tutte le sostanze proposte; alcune magari vanno in conflitto con certi medicinali che sto gia’ assumendo, alcune non sono raccomandabili se ho una patologia.

Questa cosa porta alla domanda “che cosa e’ la lista di integratori e di sostanze specifiche per me?”.

Esiste una lista di questo tipo?

Puo’ essere messa insieme?

La prima risposta a questa domanda potrebbe essere “vado a parlare con un medico esperto di queste cose, un nutrizionista, un endocrinologo” e questa e’ la risposta che si ha in tutto il mondo.

Ho provato a fare questa domanda quando io stesso sono stato per primo un cliente di queste cose; ho fatto il fai da te pero’ poi ho detto: “vabbe’, pero’ non e’ meglio che vada a parlare con qualcuno che se ne intende, qualcuno che sta gia’ facendo questo tipo di studi?”.

Ebbene, quello che ho trovato negli stessi Stati Uniti, che sono piu’ avanti di tutti su questo fronte dell’antiage, dell’antiinvecchiamento, e’ che ci sono veramente pochi professionisti esperti che siano in grado di fare una consulenza di questo tipo.

Tanti parlano di queste cose, tanti raccontano (come faccio io del resto) quant’e’ bella la Carnosina, che meraviglia la Berberina, bisogna prendere assolutamente la Curcumina, il NAD e cosi’ via; pero’ alla fine non c’e’ qualcuno che ti dica “e questo e’ l’elenco delle cose che devi prendere tu specificamente” dopo aver parlato con te e aver saputo quali sono le tue situazioni particolari.

Questa cosa mi e’ mancata molto ed e’ una cosa che ho cercato in questi anni in tutti gli eventi a cui sono andato; ho parlato con i ricercatori e con gli scienziati alle conferenze.

Ognuno vede un po’ il suo piccolo pezzo di questo mondo: uno studia la Telomerasi, l’altro studia un altro enzima particolare, un altro studia il percorso metabolico dell’mTOR, o della AMPkinasi per esempio, pero’ una visione olistica d’insieme del corpo umano manca.

Che cosa c’e’ li’ dentro per ogni singola persona e come questa persona potrebbe avere il massimo del beneficio, non prendendo per esempio sostanze cha si sovrappongono, perche’ molti di questi integratori hanno effetti sovrapponibili in alcuni campi, quindi bisognerebbe avere un totale del 100 percento di effetto sull’antinfiammatorio, evitando di finire pero’, prendendo due sostanze assieme, a 150-200 percento, magari e’ troppo.

Allo stesso modo non si puo’ lasciare scoperto, che so, la protezione dei Neuroni, la protezione del cervello, in modo da impedire o ritardare il piu’ possibile l’insorgere dell’Alzheimer o del Parkinson.

Questo tipo di cosa, questa specie di “mappa” degli effetti che hanno i vari integratori e come si possono sovrapporre, per evitare di andare oltre il 100 percento su una zona e andare sotto l’80 per cento in un’altra, e’ qualcosa di estremamente difficile da mettere insieme.

E’ quello che viene fatto tipicamente da esperti che hanno studiato una vita su queste cose, sono laureati anche ovviamente in medicina, ma poi si sono specializzati in endocrinologia e cosi’ via.

Questo e’ veramente difficile da avere e ci stavo giusto pensando una sera che stavo camminando dopo essere uscito dal bellissimo Computer History Museum, il Museo Della Storia Del Computer che c’e’ in Silicon Valley, nella cittadina che si chiama Mountain View, dove c’e’ fra l’altro la sede di Google, il Googleplex.

Ero emozionato di essere in Silicon Valley, a me emoziona sempre stare in questo mondo creativo e dinamico.

In mattinata avevo avuto appuntamenti con societa’ importanti molto grandi della Silicon Valley che hanno dei data center, dei centri molto grandi dove ci sono grandi computer che mettono a disposizione di tutti (una certa parte) e solo di alcuni per certi progetti congiunti.

Stavo ragionando con alcune di queste aziende per il progetto ubiatar, di cui vi ho gia’ parlato in un altro video della storia del presidente, quando ho pensato: “beh, l’unica soluzione possibile, o almeno l’unica che posso vedere io con le competenze tecnologiche che ho, che sono di tipo informatico, scienza del computer, scienza dell’informazione, e’ di creare una base di conoscenza di queste cose e fare in modo che questa base di conoscenza possa in qualche maniera interloquire con le persone”.

Stavo facendo due conti, perche’ in Silicon Valley, avendo fatto lo startupper, cioe’ quelli che avviano queste nuove aziende, uno acquisisce la mentalita’ della startup tipicamente americana che e’ quella della scalabilita’.

Quando uno pensa di fare un’attivita’ nuova, un nuovo progetto o un nuovo business, deve pensare a fare qualcosa che possa eventualmente crescere a milioni di utenti.

Se quando sono partite cose come youtube si fosse pensato “ma si’ vediamo di poter fornire video via internet a 100-1000 persone”, quando youtube e’ diventato la tv del mondo avrebbero avuto l’impossibilita’ di fornire video a milioni e milioni di persone in tutto il mondo, tutti i momenti.

Quindi e’ importante la scalabilita’, perche’ l’obiettivo e’ che funzioni e coinvolga tante persone; che sia per fare utili, che sia per fare qualcosa di buono per l’umanita’, l’obiettivo che hai quando crei un progetto (o che dovresti avere) e’ quello di espanderlo il piu’ possibile, fare in modo che piu’ persone possibile guardino i video su youtube, per esempio, o facciano altre cose.

Quindi la scalabilita’ e’ importante, non bisogna avere un collo di bottiglia, qualcosa che ti dica “ok, posso arrivare fino a 100 e poi pero’ 1000, 2000, un milione, un miliardo sono impossibili.

Questo e’ molto difficile perche’ bisogna progettare tutta l’impresa fin dall’origine in questa direzione.

Stavo pensando a questo perche’ stavo riflettendo sul fatto che io ho questo problema che voglio sapere quali integratori sono meglio per me e per il mio caso particolare, vorrei parlare con un esperto, un medico, e io lo potevo fare perche’ in fondo ero li’, ce n’erano alcuni in California, i soldi per andarci ce li avevo, sono cose costose, ma lo potevo magari anche fare.

Pero’ ho pensato: se porto questa cosa in Italia (stavo gia’ pensando di farlo in quell’epoca li’, parliamo di due/ tre anni fa) come puo’ evolvere?

La mia idea, la mia proiezione, e’ stata che si poteva arrivare tranquillamente a centomila persone, che entreranno nel Movimento Estensione Vita e poi vorranno avere tutte questo tipo di consulenza.

Pero’ se dovessero parlare ciascuno con un medico, come avrei voluto fare io, bisognava che ogni persona ci parlasse per una mezz’oretta almeno, perche’ alla fine, avendo molti amici nel campo medico, vedo quello che ci vuole: minimo sono 20 minuti, ma per cose molto semplici, qualcuno che viene li’, ti dice che ha l’influenza o la pressione alta e il medico prescrive le cose giuste.

Ma se devi raccontare la tua storia e ti deve chiedere che eventuali patologie hai, che medicine stai prendendo, poi deve studiare la cosa in base alla sua esperienza e competenza, mezz’ora e’ proprio il minimo.

La maggior parte di voi si lamenta del fatto che alcuni medici sono un po’ sbrigativi, sono un po’ bruschi; io, avendo parlato con amici miei che sono dall’altra parte della barricata, mi rendo conto del perche’.

Perche’ tipicamente molti medici sono pressati, hanno una quantita’ enorme di pazienti da gestire, hanno anche un discorso burocratico sulla testa, specie se lavorano per grandi centri dove i tempi sono contingentati: 20 minuti sono gia’ tanto, alcuni devono fare tutto in 10 minuti.

10 minuti per fare, per esempio, un’ecografia, fare una diagnosi e scrivere un referto sono veramente pochissimo e via un paziente un altro e cosi’ via, per tutta la giornata; alla fine si esce di testa, non e’ sostenibile a livello umano.

E’ anche uno sforzo mentale, perche’ ogni paziente poi e’ una storia diversa; ci vorrebbe almeno mezz’ora ciascuno, a dir poco.

Stavo riflettendo fra me e me quella sera a Mountain View: centomila italiani che vorranno piu’ o meno fare questa cosa secondo me e’ una previsione giusta (siamo gia’ a decine di migliaia adesso, soltanto avendo accennato questa cosa in italia) e se ci vuole mezz’ora l’uno sono cinquantamila ore di lavoro.

Siccome una persona normale puo’ lavorare 160 ore al mese, ma un lavoro di questo tipo e’ piuttosto usurante e richiede uno sforzo mentale, credo che il massimo a cui si possa pensare di ore continuative di rapporto col pubblico possa essere 100/150.

Se facciamo 50 mila ore diviso 150 vengono 333 mesi-uomo, quindi vuol dire che un singolo medico esperto, che va anche trovato e che abbia esperienza in questo settore, dovrebbe lavorare per 333 mesi; essenzialmente diciamo 30 anni per poter smaltire i centomila italiani che vorrebbero avere una lista personalizzata.

Oppure ci vorrebbero 300 medici che lavorassero per un mese, o tutte le combinazioni intermedie.

Chiaramente pensavo “se questa cosa andasse come a me farebbe piacere (visto che stavo gia’ pensando di fare un movimento, non un’azienda) richiederebbe una quantita’ enorme di persone che lavorassero e se la vogliamo offrire gratuitamente a tutti vuol dire 333 mesi-uomo pagati da qualcuno”.

Io certamente non li potevo pagare, perche’ se vogliamo pensare a quanto costa pagare un medico esperto di questo tipo per un mese di lavoro continuativo e pesante e se lo moltiplichiamo per 333 diventata tanto.

Oppure dovrei trovare un sacco di volontari, ma chi fa il medico e ha quel tipo di competenze tipicamente questo lavoro lo fa a pagamento, perche’ poi diventa la sua attivita’ e deve anche viverci in qualche maniera.

Se lo fa per volontariato, lo fa per una frazione del tempo, diciamo un decimo, quindi ci vogliono 3333 medici a lavorare per un mese o un medico che lavori per 300 anni.

E’ quindi del tutto insostenibile e oltretutto come avrei fatto a garantire un minimo di qualita’?

Perche’ uno magari e’ anche laureato in medicina, ma ci sono vari professionisti, uno e’ piu’ bravo, uno meno bravo; quel giorno magari ha mal di testa, ha dei problemi familiari e non e’ detto che la qualita’ della consulenza risultante, della lista dei prodotti risultante, avrebbe potuto essere costante e sempre uguale per tutti, cosa invece che e’ indispensabile, dato che parliamo anche delle persone, della loro vita e della loro salute, del fatto che vivano piu’ a lungo e cosi’ via.

Quindi quella sera, dopo avere visitato il bellissimo museo della scienza del computer, ho avuto l’illuminazione: l’unico modo per fare questo e’ di sfruttare le competenze che io ho, le competenze delle aziende che sto mettendo in piedi e i contatti che ho nella Silicon Valley con queste grandissime societa’, che hanno questi grandissimi centri di elaborazione dati con grande potenza di calcolo e accesso a tutta la rete internet, e mettere insieme un qualcosa che vada a creare una conoscenza complessiva del mondo dell’atiage, dell’antiinvecchiamento, dei trattamenti in corso, e la tenga aggiornata.

Perche’ ogni giorno arrivano anche solo a me cosi’ tante cose che non riesco neanche a leggerle tutte e video che non riesco a vedere tutti.

Quindi stare dietro a tutto questo, creare una base di conoscenza, aggregarla in una maniera che ci si possa lavorare e ragionare sopra come farebbe un medico umano e trarre delle decisioni sulla base dei dati di ingresso del caso particolare di ogni singola persona.

L’unico modo che mi e’ venuto in mente e’ stato quello di creare un sistema di Intelligenza Artificiale.

Se ne parla molto, a me ha sempre affascinato fin da quando ero molto piu’ piccolo; quando ho fatto il militare ho lavorato con una rete neurale molto avanzata per quell’epoca e poi ho sempre lavorato in questo settore.

Ci stavo ancora lavorando appunto con queste grandi corporation che hanno grandi sistemi di intelligenza artificiale, funzioni, prodotti interni, reti neurali, piattaforme per reti neurali e capacita’ di accesso e elaborazione di grandissime quantita’ di dati.

E’ chiamato data mining questo normalmente, o big data anche nel gergo.

Ho pensato “l’unica soluzione possibile e’ di mettere in piedi un sistema di questo tipo, mi fa specie che non ci sia gia'”.

Ho provato a guardare in giro, non c’era; non c’e’ nessuno che ha lavorato su questo.

Si stavano tentando di fare, ancora oggi si tentano di fare, sistemi esperti, sistemi di intelligenza artificiale, per la diagnosi di malattie e per la creazione di nuove sostanze da vendere.

Li’ c’e’ molta ricerca, perche’ effettivamente se viene fuori una molecola nuova tipo il viagra la possiamo vendere e come azienda multinazionale farmaceutica certamente ha senso investire su sistemi di intelligenza artificiale che facciano questo lavoro, tipicamente di laboratorio.

Ma qualcosa di diverso, qualcosa di piu’ vicino al buon medico di famiglia, il medico di campagna di una volta, che pero’ fosse in grado di avere dentro di se’ tutto lo scibile umano, tutto quello che e’ disponibile su internet ed e’ pubblicato continuamente su questo tipo di argomento, ecco, questo tipo di cosa io non ho trovato da nessuna parte.

Ci fosse stato l’avrei subito fatto, ma non c’era e quindi ho pensato “me ne dovro’ occupare io”.

Se sono uno startupper, sono uno che fin da piccolo, come abbiamo visto nei video precedenti, ho creato qualche cosa di particolare (e molto di quello che ho fatto non l’ho neanche raccontato a voi), beh questa e’ una sfida certamente grande, ma, grazie al supporto tecnologico esistente, non certo facendo tutto da solo, perche’ nessun uomo e’ in grado di fare da solo cose cosi’ complicate, forse sarebbe possibile.

Quindi ho lavorato per un successivo lungo periodo di tempo ad analizzare quelle che erano disponibili come funzioni e come piattaforme di calcolo.

Ho verificato la possibilita’ di accedere a certe cose, ho chiesto a persone che lavorano in grandissime aziende della Silicon valley se era possibile accedere a questo tipo di cose, addirittura accedere a funzionalita’ non disponibili per il pubblico generale, neanche alle aziende in generale.

Ho collaborato su una serie di piattaforme che stanno uscendo adesso (alcune devono ancora uscire) e quindi ho accesso a persone, gruppi di lavoro, laboratori e piattaforme che non sono disponibili neanche per le aziende, neanche per il B2B, come si dice, business to business, cioe’ rapporti fra aziende.

Ci sono voluti circa 3 anni di sviluppo su questa cosa e in questo periodo sta giungendo a maturazione questo tipo di servizio; ne stiamo parlando da un po’ di tempo sui video del Movimento Estensione Vita, questo e’ in corso di sviluppo e lo stiamo realizzando.

Tenete conto sono che sono stati tre anni di duro lavoro non soltanto mio, ma del team di sviluppo con il quale avevo lavorato per ubiatar e per altre piattaforme; ho coinvolto tutti gli amici che conoscevo che hanno grandi capacita’ in questo settore, ho investito moltissimo denaro, sia mio che soprattutto aziendale in questo e la piattaforma che sta prendendo forma e’ veramente particolare.

E’ una piattaforma innovativa che rende disponibile per tutti la capacita’ di medici esperti in questo settore e la capacita’ di memoria e di integrazione delle informazioni che e’ possibile soltanto con un sistema automatico.

Il piu’ grande medico del mondo, la persona piu’ in gamba del mondo, ha soltanto la quantita’ di memoria disponibile nel suo cervello, che e’ tantissima, ma non e’ paragonabile a quella di un sistema informatico basato su un centro elaborazione dati che tiene interi capannoni nel deserto del Nevada.

Ci sono capannoni e capannoni che ho visitato, climatizzati e con file e file di computer potentissimi, quelli che vedete nei film e alcune cose che nei film manco si sono viste; alcuni con chip dedicati solo per fare reti neurali, cioe’ per simulare il funzionamento del cervello umano.

Non sono ancora capaci di essere autocoscienti, nonostante quello che si racconta in giro, ma sono validi per quanto riguarda capacita’, diciamo, piu’ “meccaniche” di elaborazione “tu hai questo tipo di problematica, ad esempio la pressione alta, allora questo tipo di integratore non e’ adatto perche’ e’ noto in letteratura che non va bene, non lo mettiamo e ne scegliamo altri due che messi insieme combinati fanno il 100 percento dell’effetto che copriva quello”.

Sono calcoli abbastanza tutto sommato semplici, e’ l’integrazione fra tutta questa base di conoscenze che e’ complessa da realizzare e ci vuole moltissima potenza di calcolo, moltissima capacita’ di memoria e grandi velocita’ di accesso a internet.

Su internet si creano informazioni piu’ in fretta di quanto una normale rete di computer di un’azienda media italiana possa anche soltanto riuscire a fare entrare, non dico lavorarci sopra e pensarci.

Questa e’ l’idea e quindi mi sono messo a lavorare molto su questa cosa.

Grazie alle mie competenze, che sono prevalentemente informatiche, come vi ho raccontato, questo progetto ha preso lentamente forma, e’ stato sperimentato su grandi quantita’ di dati e sta per arrivare a maturazione.

Quello che si realizzera’ con questo tipo di progetto ve lo presenteremo appena disponibile; manca poco, continuiamo a dire che manca poco da alcune settimane ormai e le persone si stanno un po’ spazientendo.

Tenete conto che se una cosa del genere deve essere resa gratuita per centinaia di migliaia di italiani, stiamo parlando di un grosso investimento, una grossa potenza di calcolo, di memoria, eccetera, che e’ resa disponibile in questo modo solo grazie a questo connubio molto particolare fra uno come me che piu’ o meno bazzica la Silicon Valley, ha delle startup e dei contatti creati negli anni con persone molto in gamba che lavorano a queste strutture e che essi stessi sono interessati all’aspetto intellettuale e di potenziale poi applicazione per il pubblico generale in futuro.

Quindi e’ una specie di unione, di una combinazione di eventi molto particolari che non voglio dire che sia unica e irripetibile, ma certamente a pensarci non e’ che sia cosi’ facile che capiti.

Anche per questo ho ritenuto interessante raccontare la mia storia, la Storia del Presidente; alcuni si sono un po’ spazientiti: “che cosa ci importa del fatto che tu lavori con i computer, sia stato il primo a fare un videogioco sul mercato internazionale e fai le startup? Si’, tutto bello, ma noi a noi cosa importa?”.

Beh, vedete che dovrebbe importarvi perche’ questa serie di combinazioni di capacita’ particolari e di zona nella quale mi sono trovato ad operare, e’ l’unica che poteva effettivamente dare una risposta a, per esempio, centomila persone che di colpo volessero avere il protocollo personalizzato con l’elenco degli integratori specifici per ogni singola persona, a partire dalle informazioni di quella persona specifica.

Questo non e’ fattibile con operatori umani, non c’e’ niente da fare: parliamo di volumi cosi’ vasti che richiederebbero degli investimenti che probabilmente neanche il Ministero Della Sanita’ italiano sarebbe in grado di mettere in campo.

Quindi una tecnologia davvero particolare e rivoluzionaria, ne parleremo piu’ nel dettaglio prossimamente, questo e’ soltanto un primo spunto che voglio darvi su questa cosa, poi parleremo di qual e’ il servizio che secondo me bisognera’ offrire al grande pubblico, che e’ in corso di preparazione e che ha come Movimento Estensione Vita il front-end, il fatto di portare dentro delle persone che non erano consapevoli neanche del fatto che si potesse fare.

Quindi ci vuole della divulgazione e ci sono stati anche due anni di divulgazione del Movimento Estensione Vita.

L’idea e’ di mantenere tutto sul gratuito, come abbiamo fatto fino adesso, e creare un programma: un Programma per i 150 anni di vita che possa coinvolgere le persone che a questo punto vogliono prendere in mano la propria esistenza e dire “io voglio provare a entrare in un programma specifico”.

Quindi per coloro fra voi che vogliono estendere questo tipo di intervento sulla propria vita al di la’ del semplicemente guardare i video, ma vogliono cominciare a fare qualcosa di coordinato e di organizzato, di entrare quindi in un programma specifico individuale per ciascuno, questo Programma per i 150 anni sara’ quello che verra’ offerto a tutti, ancora una volta gratuitamente.

Io ci sto lavorando veramente molto per fare in modo che tutti possano accedere.

Molti me l’hanno chiesto, in molti hanno consapevolezza di quanto costerebbe una cosa cosi’ e del fatto che giustamente un qualunque medico in carne e ossa ti chiederebbe molti soldi per fare questo tipo di attivita’ e tenerti aggiornato, magari ogni tre mesi aggiornare il protocollo e cosi’ via.

Io sto lavorando, sto lottando da anni per fare in modo che sia gratuito veramente per tutti.

L’unico modo per renderlo possibile e’ appunto avere una piattaforma tecnologica rivoluzionaria basata sull’intelligenza artificiale e poi fare in modo che questa piattaforma pero’ abbia un modo di dialogare con le persone che sia quanto di piu’ vicino possibile all’esperienza di andare a parlare con un medico.

Questa piattaforma ha gia’ un nome: si chiama Aiklepios e ne parleremo piu’ diffusamente in un prossimo capitolo.

Probabilmente il viso di questa piattaforma, visto che un’intelligenza artificiale non ha un corpo, sara’ il mio: siete abituati a vedere me e quindi sara’ come parlare con me, ma in realta’ sara’ parlare con tutta l’esperienza che esiste su internet in questo settore specifico dell’antiage, aggiornata all’ultima uscita del minuto prima, il che e’ veramente qualcosa di particolare e rivoluzionario.

Vedremo nel dettaglio lo sviluppo di questa cosa e le sue caratteristiche in un prossimo video.


Ricorda che la medicina ufficiale e’ importante e vanno seguite le indicazioni dei medici abilitati.

Non diciamo che queste cose si vanno a sostituire ad una vita sana, a una dieta equilibrata e al fatto di andare a farsi controllare tutte le volte che serve e assumere tutti i medicinali che ci vengono prescritti.

Questi sono potenziamenti che ci fanno rimanere operativi, lucidi e in grado di goderci la vita.

Iscrivendosi alla pagina (e mettendo un ‘mi piace’) si resterà aggiornati su tutte le tecnologie di estensione vitale e inversione dell’invecchiamento in sviluppo o già disponibili nel mondo, tramite articoli e video tradotti in italiano.

Registrati sul sito per ricevere automaticamente tutti gli aggiornamenti del Movimento rilevanti per la tua vita estesa e la tua salute potenziata:

Rimani sempre aggiornato anche con il nostro canale telegram, basta un click qui:

https://t.me/vitaestensione

Segui gratuitamente tutti gli episodi anche solo ascoltandoli sul podcast del Movimento Estensione Vita

su Apple:

https://podcasts.apple.com/us/podcast/movimento-estensione-vita/id1567804669

su Spotify:

Se questi video ti sono graditi puoi mostrare il tuo supporto registrandoti gratuitamente al Movimento Estensione Vita e facendo registrare coloro che ritieni possano essere interessati alle tematiche che trattiamo

E’ molto facile: basta scrivere MEV. X su qualsiasi browser e verrai trasportato alla pagina di registrazione

Siccome le e-mail possono spesso finire nello spam sarebbe molto importante che tu ci indicassi anche il tuo numero di telefono

Noi non chiamiamo mai nessuno utilizziamo il numero solo per inviare brevi messaggi con Whatsapp Telegram o SMS al fine di segnalare l’uscita di nuovi video o eventi particolarmente importanti per il nostro pubblico

Ricorda che il Movimento Estensione Vita non vende nulla e non condivide i dati dei suoi utenti con nessuno quindi non ti arrivera’ mai pubblicita’

Ti racconteremo solo quello che c’e’ di prodotti disponibili e poi sarai tu a decidere se e cosa assumere parlandone sempre col tuo medico di fiducia perche’ la medicina ufficiale e’ importante e vanno seguite le indicazioni dei medici ufficiali

Non diciamo che questa cosa si va a sostituire ad una vita sana a una dieta sana e al fatto di andare a farsi controllare tutte le volte che serve e assumere tutti i medicinali che ci vengono prescritti

Questo e’ un potenziamento che ci fa rimanere operativi lucidi e In grado di goderci la vita

Tutte le nostre attivita’ sono no-profit e hanno il solo scopo di informare il pubblico italiano sulle nuove possibilita’ e ricerche nel campo dell’antiage dell’antiinvecchiamento

E’ un settore che evolve molto rapidamente quindi assicurati di mettere un like nei canali social che preferisci o direttamente su youtube In modo da non perdere nessun aggiornamento sulle tecnologie importanti per la tua vita estesa

Dimostraci di gradire il nostro lavoro iscrivendoti facendo iscrivere e condividendo i nostri contenuti sui tuoi canali social e con coloro ai quali tieni di piu’

Mi fa personalmente molto piacere leggere i commenti partecipa anche tu: condividi sui nostri canali ogni domanda o suggerimento noi ti risponderemo il piu’ velocemente possibile

Ci piace parlare con te scrivi anche solo qualche parola di supporto grazie

Noi ti consideriamo parte di una grande famiglia e vorremmo che tu ci aiutarssi facendo la cosa migliore non solo per te ma anche per quelli a cui vuoi bene

Noi ci teniamo davvero a te

Per il momento e’ tutto lunga vita e prosperita’

Iscrivendosi alla pagina (e mettendo un ‘mi piace’) si resterà aggiornati su tutte le tecnologie di estensione vitale e inversione dell’invecchiamento in sviluppo o già disponibili nel mondo, tramite articoli e video tradotti in italiano.

Registrati sul sito per ricevere automaticamente tutti gli aggiornamenti del Movimento rilevanti per la tua vita estesa e la tua salute potenziata:

Rimani sempre aggiornato anche con il nostro canale telegram, basta un click qui:

https://t.me/vitaestensione

Segui gratuitamente tutti gli episodi anche solo ascoltandoli sul podcast del Movimento Estensione Vita

su Apple:

https://podcasts.apple.com/us/podcast/movimento-estensione-vita/id1567804669

su Spotify:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

four × one =